Calendario 2018/19

Gen
27
dom
IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO – Loreto @ Teatro Comunale
Gen 27@17:00
IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO - Loreto @ Teatro Comunale

english français

dai 4 anni e adulti

da H.C.Andersen
un'idea di Fabrizio Pallara
di Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
con Valerio Malorni/Francesco Picciotti e Fabrizio Pallara
produzione teatrodelleapparizioni/Teatro Accettella

Eolo Awards 2015 come miglior spettacolo di Teatro di Figura
Spettacolo vincitore del Premio operatori Piccolipalchi 2014/2015

Una stanza, molti giocattoli, una finestra che si affaccia su un esterno immaginario, la pioggia, le luci soffuse di un interno intimo e caldo, per raccontare la storia del soldatino di piombo e della sua ballerina.
La celebre fiaba viene reinterpretata in un gioco in cui gli oggetti prenderanno vita parlando, combattendo, danzando, protagonisti di un film teatrale proiettato su un grande schermo in diretta.
Il set è dunque la stanza dei giochi, il luogo in cui avviene la meraviglia e qui il teatro si mostrerà nel suo farsi al servizio dell’occhio della telecamera che, come il buco della serratura di una porta invisibile, offrirà agli spettatori uno sguardo inedito e privilegiato, per entrare nella storia osservando il piccolo e l’impercettibile.
Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto, quello teatrale e quello cinematografico, che si sveleranno e si misureranno per unirsi e raccontare una grande storia d'amore.

Spazio completamente oscurabile

Spazio minimo 6,50 m x 6,50 m x h3,50 m

Possibilità di appendere un fondale, su stangone o americana mobile, alto 3,50 m per la retroproiezione a 4,50 m dall’ inizio del palcoscenico

Quadratura all’italiana nera

La regia audio sarà gestita dai 2 attori sul palco

Impianto audio e luci, a carico del teatro, commisurati all’ampiezza della sala

(la compagnia può fornire un impianto audio e le luci per sale non più grandi di 150 posti)

Ritorni stereo sul palco (lato SN palco guardando il palco dalla platea)

Ritorno elettrico 220 watt (1 lato SN palco guardando il palco dalla platea e 1 fondo palco)

Si richiede consolle luci sul palco (lato SN palco guardando il palco dalla platea) o la gestione, da parte di un tecnico, di un piazzato puntuale composto da 6 PC 1000 watt, che verrà usato solo all’inizio e alla fine, in quanto lo spettacolo sarà illuminato da luci interne alla scena gestite direttamente dagli attori.

I microfoni che la compagnia utilizza sono sui 4 Ghz, stessa base del WiFi, se ci fossero Dmx o altre apparecchiature che viaggiano sulla stessa banda potrebbe essere compromessa la ricezione.

Montaggio 5 ore
Smontaggio 3 ore

Referenti tecnici
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546 ITALIANO/SPAGNOLO
Valerio Malorni 0039-328/6398412 FRANCESE/INGLESE

Gen
29
mar
IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO – Lodi @ Teatro alle Vigne
Gen 29@10:00
IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO - Lodi @ Teatro alle Vigne | Lodi | Lombardia | Italia

english français

dai 4 anni e adulti

da H.C.Andersen
un'idea di Fabrizio Pallara
di Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
con Valerio Malorni/Francesco Picciotti e Fabrizio Pallara
produzione teatrodelleapparizioni/Teatro Accettella

Eolo Awards 2015 come miglior spettacolo di Teatro di Figura
Spettacolo vincitore del Premio operatori Piccolipalchi 2014/2015

Una stanza, molti giocattoli, una finestra che si affaccia su un esterno immaginario, la pioggia, le luci soffuse di un interno intimo e caldo, per raccontare la storia del soldatino di piombo e della sua ballerina.
La celebre fiaba viene reinterpretata in un gioco in cui gli oggetti prenderanno vita parlando, combattendo, danzando, protagonisti di un film teatrale proiettato su un grande schermo in diretta.
Il set è dunque la stanza dei giochi, il luogo in cui avviene la meraviglia e qui il teatro si mostrerà nel suo farsi al servizio dell’occhio della telecamera che, come il buco della serratura di una porta invisibile, offrirà agli spettatori uno sguardo inedito e privilegiato, per entrare nella storia osservando il piccolo e l’impercettibile.
Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto, quello teatrale e quello cinematografico, che si sveleranno e si misureranno per unirsi e raccontare una grande storia d'amore.

Spazio completamente oscurabile

Spazio minimo 6,50 m x 6,50 m x h3,50 m

Possibilità di appendere un fondale, su stangone o americana mobile, alto 3,50 m per la retroproiezione a 4,50 m dall’ inizio del palcoscenico

Quadratura all’italiana nera

La regia audio sarà gestita dai 2 attori sul palco

Impianto audio e luci, a carico del teatro, commisurati all’ampiezza della sala

(la compagnia può fornire un impianto audio e le luci per sale non più grandi di 150 posti)

Ritorni stereo sul palco (lato SN palco guardando il palco dalla platea)

Ritorno elettrico 220 watt (1 lato SN palco guardando il palco dalla platea e 1 fondo palco)

Si richiede consolle luci sul palco (lato SN palco guardando il palco dalla platea) o la gestione, da parte di un tecnico, di un piazzato puntuale composto da 6 PC 1000 watt, che verrà usato solo all’inizio e alla fine, in quanto lo spettacolo sarà illuminato da luci interne alla scena gestite direttamente dagli attori.

I microfoni che la compagnia utilizza sono sui 4 Ghz, stessa base del WiFi, se ci fossero Dmx o altre apparecchiature che viaggiano sulla stessa banda potrebbe essere compromessa la ricezione.

Montaggio 5 ore
Smontaggio 3 ore

Referenti tecnici
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546 ITALIANO/SPAGNOLO
Valerio Malorni 0039-328/6398412 FRANCESE/INGLESE

Gen
30
mer
IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO – Lodi @ Teatro alle Vigne
Gen 30@10:00
IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO - Lodi @ Teatro alle Vigne | Lodi | Lombardia | Italia

english français

dai 4 anni e adulti

da H.C.Andersen
un'idea di Fabrizio Pallara
di Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
con Valerio Malorni/Francesco Picciotti e Fabrizio Pallara
produzione teatrodelleapparizioni/Teatro Accettella

Eolo Awards 2015 come miglior spettacolo di Teatro di Figura
Spettacolo vincitore del Premio operatori Piccolipalchi 2014/2015

Una stanza, molti giocattoli, una finestra che si affaccia su un esterno immaginario, la pioggia, le luci soffuse di un interno intimo e caldo, per raccontare la storia del soldatino di piombo e della sua ballerina.
La celebre fiaba viene reinterpretata in un gioco in cui gli oggetti prenderanno vita parlando, combattendo, danzando, protagonisti di un film teatrale proiettato su un grande schermo in diretta.
Il set è dunque la stanza dei giochi, il luogo in cui avviene la meraviglia e qui il teatro si mostrerà nel suo farsi al servizio dell’occhio della telecamera che, come il buco della serratura di una porta invisibile, offrirà agli spettatori uno sguardo inedito e privilegiato, per entrare nella storia osservando il piccolo e l’impercettibile.
Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto, quello teatrale e quello cinematografico, che si sveleranno e si misureranno per unirsi e raccontare una grande storia d'amore.

Spazio completamente oscurabile

Spazio minimo 6,50 m x 6,50 m x h3,50 m

Possibilità di appendere un fondale, su stangone o americana mobile, alto 3,50 m per la retroproiezione a 4,50 m dall’ inizio del palcoscenico

Quadratura all’italiana nera

La regia audio sarà gestita dai 2 attori sul palco

Impianto audio e luci, a carico del teatro, commisurati all’ampiezza della sala

(la compagnia può fornire un impianto audio e le luci per sale non più grandi di 150 posti)

Ritorni stereo sul palco (lato SN palco guardando il palco dalla platea)

Ritorno elettrico 220 watt (1 lato SN palco guardando il palco dalla platea e 1 fondo palco)

Si richiede consolle luci sul palco (lato SN palco guardando il palco dalla platea) o la gestione, da parte di un tecnico, di un piazzato puntuale composto da 6 PC 1000 watt, che verrà usato solo all’inizio e alla fine, in quanto lo spettacolo sarà illuminato da luci interne alla scena gestite direttamente dagli attori.

I microfoni che la compagnia utilizza sono sui 4 Ghz, stessa base del WiFi, se ci fossero Dmx o altre apparecchiature che viaggiano sulla stessa banda potrebbe essere compromessa la ricezione.

Montaggio 5 ore
Smontaggio 3 ore

Referenti tecnici
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546 ITALIANO/SPAGNOLO
Valerio Malorni 0039-328/6398412 FRANCESE/INGLESE

Feb
2
sab
Improvvisamente NOTTE – Roma @ WEGIL
Feb 2@20:00
Improvvisamente NOTTE - Roma @ WEGIL | Roma | Lazio | Italia

prenotazione obbligatoria

2-8-9 febbraio 2019
WEGIL – Largo Asciangi 5
tre serate di spettacolo, musica, cibo e creatività
per tutti dagli 8 anni

Raccogliere le suggestioni che si schiudono al calar della notte e restituirle attraverso il teatro, la musica e il semplice stare insieme. Questo vuole essere Improvvisamente notte: un appuntamento serale per condividere momenti che sollecitino la creazione di una comunità, nell’attraversamento di uno spazio plurale, capace di accogliere bambini, ragazzi e adulti, e per creare convivialità tramite la cultura e la contaminazione di più generi.
La sera dunque come momento privilegiato in cui riunirsi intorno a un evento, in un tempo organizzato e scandito da passaggi fluidi, come la visione di uno spettacolo,  una cena, la musica dal vivo, la sosta all’interno di un’installazione da giocare.
L’ascolto e la narrazione saranno la traccia delle tre serate ma anche i punti di contatto fra generazioni diverse, in una comunità che da sempre ritrova se stessa nel racconto e nella condivisione di un’esperienza che riesca a richiamare la partecipazione in maniera creativa. Per costruire una nuova modalità di abitare gli spazi e il tempo.

Improvvisamente notte
è un progetto a cura di PAV con teatrodelleapparizioni

La prenotazione a ogni singola serata è obbligatoria all’indirizzo organizzazione@pav-it.eu | Tel. 06 49385619

Ingresso spettacolo 8€
Spettacolo + cena 15€

programma

2 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
Bartolini/Baronio
REDREADING
di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
e con la partecipazione di diversi artisti ospiti
drammaturgia Tamara Bartolini
musiche e canzoni Michele Baronio
produzione Bartolini/Baronio | 369gradi

per tutti dagli 8 anni

In un’atmosfera informale, un libro e il suo autore, incontrano il teatro.
Tutta la storia converge al presente: di generazione in generazione.

Lettura, musica, ascolto partecipato per realizzare l’incontro tra il teatro e la potenza di un libro, con quelle storie che sono nate da una comunità, e che proprio attraverso il teatro a quella comunità ritornano. Uno spazio di prossimità, una traduzione dell’esperienza vissuta leggendo quel libro, incontrando i suoi contenuti, le forme e il linguaggio. Il racconto di cosa fa risuonare dentro: quali ricordi, immagini, riflessioni e ribellioni ha messo in movimento la sua lettura.
Al centro della scena il filo che lega gli autori dello spettacolo al libro. Il RedReading è un incontro intimo con il pubblico e con il territorio, un esercizio di vicinanza. È alchimia tra letteratura e teatro.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Sebastiano Forte e un’installazione da giocare.

8 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
Bartolini/Baronio
IL GIARDINO DEL TEMPO CHE PASSA
progetto nato all’interno de La città lontana di triangolo scaleno teatro
di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
assistente compagnia e foto Margherita Masè
produzione Bartolini/Baronio | 369gradi
ispirato al libro Un grande giardino di Gilles Clément e Vincent Gravé (ed. Rizzoli)

per tutti dagli 8 anni

Un piccolo giocattolo letterario, fatto di parole sussurrate al microfono, musica e suoni, immagini create live con la lavagna luminosa. Uno sguardo immaginifico su un angolo del Giardino Planetario di cui scrive Clément e l’occasione per entrare con cura da giardinieri nel giardino che ha le origini più lontane, scandendone il tempo, ascoltandone le stagioni, mese dopo mese, e scoprendo la vitalità di tutte le creature che lo abitano. Per imparare a seminare, a far tesoro di tutto, sempre curiosi di ogni diversità.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Riccardo Gola e un’installazione da giocare.

 

9 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
teatrodelleapparizioni
HAPPENING
storie contemporanee

di e con Fabrizio Pallara e Valerio Malorni
musica dal vivo Federico Ferrandina
produzione teatrodelleapparizioni

per tutti dagli 8 anni

E mentre leggi, la tua mente ride,
danza e corre e vola qua e là,
immagina, partecipa, decide,
e inventa il gioco della libertà.
R. Piumini

Entrare in un racconto con il corpo, con il proprio stare in uno spazio, improvvisamente. È questo il senso dell’happening: la costruzione di un evento che si realizza “qui e ora” e che si compone con la partecipazione del pubblico, per un incontro di stupori, di sguardi, di cose lievi. La lettura di una storia contemporanea come traccia per dare inizio alla creazione condivisa.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Federico Ferrandina e un’installazione da giocare.

Feb
3
dom
LA MIA GRANDE AVVENTURA – Bologna @ Teatro Testoni
Feb 3@17:00
LA MIA GRANDE AVVENTURA - Bologna @ Teatro Testoni

dai 6 anni e adulti

drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
regia Fabrizio Pallara
con Valerio Malorni
scene Francesca Marsella e Fabrizio Pallara
costumi Francesca Marsella

produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Una nuova nascita, una grande avventura, uno sciamano che sa vedere lo scintillio e le ombre nelle cose del mondo, uomo-bambino capace di entrare in un bosco e perdersi per molti anni.
Ogni viaggio è metafora di conquista e cambiamento e il protagonista di questa storia affronta da solo in questo percorso la gioia di vincere, la paura di perdere, la vertigine della crescita; incontra il mondo intero nel bosco, imparando a guardare se stesso e l’altro da sé.
Una partenza e un ritorno a casa, un cammino che diventa caleidoscopio di visioni e di incontri con mostri puzzolenti, spiriti capricciosi, esilaranti, spiriti incantevoli e spiriti misteriosi. Dentro una tenda-casa, luogo di enigmatiche visioni, spazio dei ricordi, di luci e di zone buie, di sorprese e di incanti, il racconto di un viaggio fantastico.
Gli anni trascorsi nel bosco, le scoperte, diventano lo spunto per una storia di vita e di meraviglia. Grazie alle forze della natura e alle sue trasformazioni, nell’ardore della danza e con il fascino della magia, si racconta un’avventura che non finisce mai, che è di tutti, d’ogni tempo.

SPAZIO

-Spazio completamente oscurabile

-Quadratura all’italiana nera

-Spazio minimo 7,5 m (11,5 m con spazio in quinta) largo x 8 m lungo x 4 m alto
(2 m su entrambi i lati per tagli con sagomatori su stativi)

-Possibilità di appendere un fondale, su stangone o americana mobile, alto 4 m x 7 m
a 4,00 m dall’inizio del palcoscenico

-Collegamento palco-platea

-La regia audio e luci fondo sala

AUDIO a carico del teatro

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

LUCI a carico del teatro

-consolle 24 canali, 21 canali dimmer

-cavi

-1 pc 1000 watt, con bandiere

(luci per illuminare sala 2/4 pc 1000watt o 1/2 domino 1000 w)

-1 par 1000 watt con basetta per metterlo a terra

-5 sagomatori 750 w 36°

-5 stativi per sagomatori

a carico della compagnia

-Mixer audio 8 canali con effetti

-5 quarze e 3 super lucciole

-Macchina del fumo

NOTE

-Un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
-Cavistica nera perché a vista sul palco.
-Durante lo spettacolo verrà utilizzata una macchina del fumo.

Feb
4
lun
LA MIA GRANDE AVVENTURA – Bologna @ Teatro Testoni
Feb 4@10:00
LA MIA GRANDE AVVENTURA - Bologna @ Teatro Testoni

dai 6 anni e adulti

drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
regia Fabrizio Pallara
con Valerio Malorni
scene Francesca Marsella e Fabrizio Pallara
costumi Francesca Marsella

produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Una nuova nascita, una grande avventura, uno sciamano che sa vedere lo scintillio e le ombre nelle cose del mondo, uomo-bambino capace di entrare in un bosco e perdersi per molti anni.
Ogni viaggio è metafora di conquista e cambiamento e il protagonista di questa storia affronta da solo in questo percorso la gioia di vincere, la paura di perdere, la vertigine della crescita; incontra il mondo intero nel bosco, imparando a guardare se stesso e l’altro da sé.
Una partenza e un ritorno a casa, un cammino che diventa caleidoscopio di visioni e di incontri con mostri puzzolenti, spiriti capricciosi, esilaranti, spiriti incantevoli e spiriti misteriosi. Dentro una tenda-casa, luogo di enigmatiche visioni, spazio dei ricordi, di luci e di zone buie, di sorprese e di incanti, il racconto di un viaggio fantastico.
Gli anni trascorsi nel bosco, le scoperte, diventano lo spunto per una storia di vita e di meraviglia. Grazie alle forze della natura e alle sue trasformazioni, nell’ardore della danza e con il fascino della magia, si racconta un’avventura che non finisce mai, che è di tutti, d’ogni tempo.

SPAZIO

-Spazio completamente oscurabile

-Quadratura all’italiana nera

-Spazio minimo 7,5 m (11,5 m con spazio in quinta) largo x 8 m lungo x 4 m alto
(2 m su entrambi i lati per tagli con sagomatori su stativi)

-Possibilità di appendere un fondale, su stangone o americana mobile, alto 4 m x 7 m
a 4,00 m dall’inizio del palcoscenico

-Collegamento palco-platea

-La regia audio e luci fondo sala

AUDIO a carico del teatro

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

LUCI a carico del teatro

-consolle 24 canali, 21 canali dimmer

-cavi

-1 pc 1000 watt, con bandiere

(luci per illuminare sala 2/4 pc 1000watt o 1/2 domino 1000 w)

-1 par 1000 watt con basetta per metterlo a terra

-5 sagomatori 750 w 36°

-5 stativi per sagomatori

a carico della compagnia

-Mixer audio 8 canali con effetti

-5 quarze e 3 super lucciole

-Macchina del fumo

NOTE

-Un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
-Cavistica nera perché a vista sul palco.
-Durante lo spettacolo verrà utilizzata una macchina del fumo.

Feb
5
mar
LA MIA GRANDE AVVENTURA – Bologna @ Teatro Testoni
Feb 5@10:00
LA MIA GRANDE AVVENTURA - Bologna @ Teatro Testoni

dai 6 anni e adulti

drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
regia Fabrizio Pallara
con Valerio Malorni
scene Francesca Marsella e Fabrizio Pallara
costumi Francesca Marsella

produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Una nuova nascita, una grande avventura, uno sciamano che sa vedere lo scintillio e le ombre nelle cose del mondo, uomo-bambino capace di entrare in un bosco e perdersi per molti anni.
Ogni viaggio è metafora di conquista e cambiamento e il protagonista di questa storia affronta da solo in questo percorso la gioia di vincere, la paura di perdere, la vertigine della crescita; incontra il mondo intero nel bosco, imparando a guardare se stesso e l’altro da sé.
Una partenza e un ritorno a casa, un cammino che diventa caleidoscopio di visioni e di incontri con mostri puzzolenti, spiriti capricciosi, esilaranti, spiriti incantevoli e spiriti misteriosi. Dentro una tenda-casa, luogo di enigmatiche visioni, spazio dei ricordi, di luci e di zone buie, di sorprese e di incanti, il racconto di un viaggio fantastico.
Gli anni trascorsi nel bosco, le scoperte, diventano lo spunto per una storia di vita e di meraviglia. Grazie alle forze della natura e alle sue trasformazioni, nell’ardore della danza e con il fascino della magia, si racconta un’avventura che non finisce mai, che è di tutti, d’ogni tempo.

SPAZIO

-Spazio completamente oscurabile

-Quadratura all’italiana nera

-Spazio minimo 7,5 m (11,5 m con spazio in quinta) largo x 8 m lungo x 4 m alto
(2 m su entrambi i lati per tagli con sagomatori su stativi)

-Possibilità di appendere un fondale, su stangone o americana mobile, alto 4 m x 7 m
a 4,00 m dall’inizio del palcoscenico

-Collegamento palco-platea

-La regia audio e luci fondo sala

AUDIO a carico del teatro

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

LUCI a carico del teatro

-consolle 24 canali, 21 canali dimmer

-cavi

-1 pc 1000 watt, con bandiere

(luci per illuminare sala 2/4 pc 1000watt o 1/2 domino 1000 w)

-1 par 1000 watt con basetta per metterlo a terra

-5 sagomatori 750 w 36°

-5 stativi per sagomatori

a carico della compagnia

-Mixer audio 8 canali con effetti

-5 quarze e 3 super lucciole

-Macchina del fumo

NOTE

-Un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
-Cavistica nera perché a vista sul palco.
-Durante lo spettacolo verrà utilizzata una macchina del fumo.

Feb
8
ven
Improvvisamente NOTTE – Roma @ WEGIL
Feb 8@20:00
Improvvisamente NOTTE - Roma @ WEGIL | Roma | Lazio | Italia

prenotazione obbligatoria

2-8-9 febbraio 2019
WEGIL – Largo Asciangi 5
tre serate di spettacolo, musica, cibo e creatività
per tutti dagli 8 anni

Raccogliere le suggestioni che si schiudono al calar della notte e restituirle attraverso il teatro, la musica e il semplice stare insieme. Questo vuole essere Improvvisamente notte: un appuntamento serale per condividere momenti che sollecitino la creazione di una comunità, nell’attraversamento di uno spazio plurale, capace di accogliere bambini, ragazzi e adulti, e per creare convivialità tramite la cultura e la contaminazione di più generi.
La sera dunque come momento privilegiato in cui riunirsi intorno a un evento, in un tempo organizzato e scandito da passaggi fluidi, come la visione di uno spettacolo,  una cena, la musica dal vivo, la sosta all’interno di un’installazione da giocare.
L’ascolto e la narrazione saranno la traccia delle tre serate ma anche i punti di contatto fra generazioni diverse, in una comunità che da sempre ritrova se stessa nel racconto e nella condivisione di un’esperienza che riesca a richiamare la partecipazione in maniera creativa. Per costruire una nuova modalità di abitare gli spazi e il tempo.

Improvvisamente notte
è un progetto a cura di PAV con teatrodelleapparizioni

La prenotazione a ogni singola serata è obbligatoria all’indirizzo organizzazione@pav-it.eu | Tel. 06 49385619

Ingresso spettacolo 8€
Spettacolo + cena 15€

programma

2 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
Bartolini/Baronio
REDREADING
di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
e con la partecipazione di diversi artisti ospiti
drammaturgia Tamara Bartolini
musiche e canzoni Michele Baronio
produzione Bartolini/Baronio | 369gradi

per tutti dagli 8 anni

In un’atmosfera informale, un libro e il suo autore, incontrano il teatro.
Tutta la storia converge al presente: di generazione in generazione.

Lettura, musica, ascolto partecipato per realizzare l’incontro tra il teatro e la potenza di un libro, con quelle storie che sono nate da una comunità, e che proprio attraverso il teatro a quella comunità ritornano. Uno spazio di prossimità, una traduzione dell’esperienza vissuta leggendo quel libro, incontrando i suoi contenuti, le forme e il linguaggio. Il racconto di cosa fa risuonare dentro: quali ricordi, immagini, riflessioni e ribellioni ha messo in movimento la sua lettura.
Al centro della scena il filo che lega gli autori dello spettacolo al libro. Il RedReading è un incontro intimo con il pubblico e con il territorio, un esercizio di vicinanza. È alchimia tra letteratura e teatro.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Sebastiano Forte e un’installazione da giocare.

8 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
Bartolini/Baronio
IL GIARDINO DEL TEMPO CHE PASSA
progetto nato all’interno de La città lontana di triangolo scaleno teatro
di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
assistente compagnia e foto Margherita Masè
produzione Bartolini/Baronio | 369gradi
ispirato al libro Un grande giardino di Gilles Clément e Vincent Gravé (ed. Rizzoli)

per tutti dagli 8 anni

Un piccolo giocattolo letterario, fatto di parole sussurrate al microfono, musica e suoni, immagini create live con la lavagna luminosa. Uno sguardo immaginifico su un angolo del Giardino Planetario di cui scrive Clément e l’occasione per entrare con cura da giardinieri nel giardino che ha le origini più lontane, scandendone il tempo, ascoltandone le stagioni, mese dopo mese, e scoprendo la vitalità di tutte le creature che lo abitano. Per imparare a seminare, a far tesoro di tutto, sempre curiosi di ogni diversità.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Riccardo Gola e un’installazione da giocare.

 

9 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
teatrodelleapparizioni
HAPPENING
storie contemporanee

di e con Fabrizio Pallara e Valerio Malorni
musica dal vivo Federico Ferrandina
produzione teatrodelleapparizioni

per tutti dagli 8 anni

E mentre leggi, la tua mente ride,
danza e corre e vola qua e là,
immagina, partecipa, decide,
e inventa il gioco della libertà.
R. Piumini

Entrare in un racconto con il corpo, con il proprio stare in uno spazio, improvvisamente. È questo il senso dell’happening: la costruzione di un evento che si realizza “qui e ora” e che si compone con la partecipazione del pubblico, per un incontro di stupori, di sguardi, di cose lievi. La lettura di una storia contemporanea come traccia per dare inizio alla creazione condivisa.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Federico Ferrandina e un’installazione da giocare.

Feb
9
sab
Improvvisamente NOTTE – Roma @ WEGIL
Feb 9@20:00
Improvvisamente NOTTE - Roma @ WEGIL | Roma | Lazio | Italia

prenotazione obbligatoria

2-8-9 febbraio 2019
WEGIL – Largo Asciangi 5
tre serate di spettacolo, musica, cibo e creatività
per tutti dagli 8 anni

Raccogliere le suggestioni che si schiudono al calar della notte e restituirle attraverso il teatro, la musica e il semplice stare insieme. Questo vuole essere Improvvisamente notte: un appuntamento serale per condividere momenti che sollecitino la creazione di una comunità, nell’attraversamento di uno spazio plurale, capace di accogliere bambini, ragazzi e adulti, e per creare convivialità tramite la cultura e la contaminazione di più generi.
La sera dunque come momento privilegiato in cui riunirsi intorno a un evento, in un tempo organizzato e scandito da passaggi fluidi, come la visione di uno spettacolo,  una cena, la musica dal vivo, la sosta all’interno di un’installazione da giocare.
L’ascolto e la narrazione saranno la traccia delle tre serate ma anche i punti di contatto fra generazioni diverse, in una comunità che da sempre ritrova se stessa nel racconto e nella condivisione di un’esperienza che riesca a richiamare la partecipazione in maniera creativa. Per costruire una nuova modalità di abitare gli spazi e il tempo.

Improvvisamente notte
è un progetto a cura di PAV con teatrodelleapparizioni

La prenotazione a ogni singola serata è obbligatoria all’indirizzo organizzazione@pav-it.eu | Tel. 06 49385619

Ingresso spettacolo 8€
Spettacolo + cena 15€

programma

2 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
Bartolini/Baronio
REDREADING
di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
e con la partecipazione di diversi artisti ospiti
drammaturgia Tamara Bartolini
musiche e canzoni Michele Baronio
produzione Bartolini/Baronio | 369gradi

per tutti dagli 8 anni

In un’atmosfera informale, un libro e il suo autore, incontrano il teatro.
Tutta la storia converge al presente: di generazione in generazione.

Lettura, musica, ascolto partecipato per realizzare l’incontro tra il teatro e la potenza di un libro, con quelle storie che sono nate da una comunità, e che proprio attraverso il teatro a quella comunità ritornano. Uno spazio di prossimità, una traduzione dell’esperienza vissuta leggendo quel libro, incontrando i suoi contenuti, le forme e il linguaggio. Il racconto di cosa fa risuonare dentro: quali ricordi, immagini, riflessioni e ribellioni ha messo in movimento la sua lettura.
Al centro della scena il filo che lega gli autori dello spettacolo al libro. Il RedReading è un incontro intimo con il pubblico e con il territorio, un esercizio di vicinanza. È alchimia tra letteratura e teatro.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Sebastiano Forte e un’installazione da giocare.

8 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
Bartolini/Baronio
IL GIARDINO DEL TEMPO CHE PASSA
progetto nato all’interno de La città lontana di triangolo scaleno teatro
di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
assistente compagnia e foto Margherita Masè
produzione Bartolini/Baronio | 369gradi
ispirato al libro Un grande giardino di Gilles Clément e Vincent Gravé (ed. Rizzoli)

per tutti dagli 8 anni

Un piccolo giocattolo letterario, fatto di parole sussurrate al microfono, musica e suoni, immagini create live con la lavagna luminosa. Uno sguardo immaginifico su un angolo del Giardino Planetario di cui scrive Clément e l’occasione per entrare con cura da giardinieri nel giardino che ha le origini più lontane, scandendone il tempo, ascoltandone le stagioni, mese dopo mese, e scoprendo la vitalità di tutte le creature che lo abitano. Per imparare a seminare, a far tesoro di tutto, sempre curiosi di ogni diversità.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Riccardo Gola e un’installazione da giocare.

 

9 FEBBRAIO 2019

Ore 20.00
teatrodelleapparizioni
HAPPENING
storie contemporanee

di e con Fabrizio Pallara e Valerio Malorni
musica dal vivo Federico Ferrandina
produzione teatrodelleapparizioni

per tutti dagli 8 anni

E mentre leggi, la tua mente ride,
danza e corre e vola qua e là,
immagina, partecipa, decide,
e inventa il gioco della libertà.
R. Piumini

Entrare in un racconto con il corpo, con il proprio stare in uno spazio, improvvisamente. È questo il senso dell’happening: la costruzione di un evento che si realizza “qui e ora” e che si compone con la partecipazione del pubblico, per un incontro di stupori, di sguardi, di cose lievi. La lettura di una storia contemporanea come traccia per dare inizio alla creazione condivisa.

A seguire, cena con accompagnamento musicale a cura di Federico Ferrandina e un’installazione da giocare.

Feb
12
mar
I MUSICANTI DI BREMA – Reggio Emilia @ Teatro Cavallerizza
Feb 12@9:00–10:00
I MUSICANTI DI BREMA - Reggio Emilia @ Teatro Cavallerizza

repliche ore 9.00 e ore 10.30

spettacolo-concerto

dai 5 anni e adulti

uno spettacolo di Bartolini/Baronio e Fabrizio Pallara
con Tamara Bartolini e Michele Baronio
regia Fabrizio Pallara
musiche dal vivo Michele Baronio
immagini a cura di Maddalena Parise
produzione teatrodelleapparizioni

Un asino, un cane, un gatto e un gallo, maltrattati dai padroni, oppressi, e considerati ormai inutili, poco produttivi. Decidono di partire e andare a Brema per vivere liberi e diventare musicisti nella banda della città. Ma dov’è Brema?
Una domanda ricorrente accompagna gli spettatori durante tutto lo spettacolo. Una domanda per provare a rispondere ad un’urgenza: capire dove si guarda quando si possiede un sogno, da dove si comincia per rincorrere una fantasia, che direzione si prende. Uno spettacolo-concerto che vuole raccontare la fatica del lavoro veloce, mal pagato, la celebrazione della produttività, e che contestualmente cerca di sollecitare il pensiero e lo sguardo verso la ricerca di “luoghi” di libertà, piccoli momenti in cui garantirsi degli spazi di immaginazione, in cui semplicemente vivere.
E allora si intraprende un viaggio senza certezze, pieno del coraggio necessario per scoprire cosa c’è oltre ciò che si conosce, imparando a desiderare e trovando lo spazio per farlo.
In cammino insieme per scegliere cosa diventare, dove andare; una piccola avventura di resistenza e condivisione per comprendere quanto, in fondo, Brema non sia tanto un luogo, ma forse l’opportunità di raggiungere la felicità, le possibilità che ognuno può darsi correndo dietro ai desideri.

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-spazio minimo 6 m x 6 m x 3,5 m alto

-2 linee elettriche dirette con attacco italiana/CEE su palco

audio a carico del teatro

-P.A commisurato alla sala

-2 casse spia

-ritorni microfonici palco/regia per almeno 4 linee

-mixer audio 6 ch minimo

luci a carico del teatro

-14 PC di cui 2 su basetta a terra

-1Sg 750 watt 36°

-3 par 1000 watt 60°

-1 stativi

-6 linee a terra (cavi neri) per pezzi della compagnia integrati alla scenografia

-consolle 24 ch doppio banco

-dimmer 24 ch

- Cavo DMX per gestire la macchina del fumo, regia-fondo palco.

- Cavo di segnale VGA per video proiettore regia-proscenio

PERSONALE a carico del teatro

un elettricista e un fonico.

ATTREZZATURE A CARICO DELLA COMPAGNIA

- macchina del fumo

È NECESSARIO DISATTIVARE L’IMPIANTO ANTINCENDIO 2 ORE PRIMA DELL’INIZIO DELLO SPETTACOLO

- video proiettore

- mirror ball

- 2 F1 75w

*in caso di necessità è possibile concordare una scheda tecnica ridotta

Montaggio 5 ore
Smontaggio 2 ore

Referente tecnico
Fabrizio Pallara + 39 328 5628546

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.
Informazioni
OK