Calendario 2019/20

Nov
6
mer
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – Udine @ Teatro San Giorgio
Nov 6@10:00–11:00
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE - Udine @ Teatro San Giorgio | Udine | Friuli-Venezia Giulia | Italia

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
7
gio
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – Udine @ Teatro San Giorgio
Nov 7@10:00–11:00
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE - Udine @ Teatro San Giorgio | Udine | Friuli-Venezia Giulia | Italia

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
8
ven
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – Udine @ Teatro San Giorgio
Nov 8@10:00–11:00
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE - Udine @ Teatro San Giorgio | Udine | Friuli-Venezia Giulia | Italia

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
9
sab
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – Udine @ Teatro San Giorgio
Nov 9@10:00–11:00
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE - Udine @ Teatro San Giorgio | Udine | Friuli-Venezia Giulia | Italia

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
10
dom
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – Udine @ Teatro San Giorgio
Nov 10@17:00–18:00

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
12
mar
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – San Giorgio di Nogaro @ Auditorium San Zorz
Nov 12@10:00–11:00
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE - San Giorgio di Nogaro @ Auditorium San Zorz | San Giorgio di Nogaro | Friuli-Venezia Giulia | Italia

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
13
mer
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – Cervignano @ Teatro Pasolini
Nov 13@10:00–11:00
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE - Cervignano @ Teatro Pasolini | Cervignano del Friuli | Friuli-Venezia Giulia | Italia

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
15
ven
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE – Cervignano @ Teatro Pasolini
Nov 15@10:00–11:00
KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE - Cervignano @ Teatro Pasolini | Cervignano del Friuli | Friuli-Venezia Giulia | Italia

per adulti e bambini dai 6 anni

tratto dal romanzo “Kafka y la muñeca viajera” di Jordi Sierra i Fabra
Adattamento e drammaturgia Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
Regia Fabrizio Pallara
Con Desy Gialuz e Valerio Malorni
Immagini video Massimo Racozzi
Scene e costumi Fabrizio Pallara e Luigina Tusini
Ideazione e costruzione bambola Ilaria Comisso
Organizzazione Sara Ferrari
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con teatrodelleapparizioni

Questa è una storia vera. Un pomeriggio, un parco, Berlino. Il 1923. Franz Kafka ritroso scrittore ancora non raggiunto dalla vera fama s’imbatte in una bambina, Elsi. Quella fanciulla aveva perso la sua bambola e questo evento inaspettato rappresenta lo spunto per l’ultima opera del grande scrittore, un’ispirazione. Ventuno giorni e tante lettere per raccontare un’altra verità: la bambola non si era persa, aveva deciso di partire per un lungo viaggio e quelle lettere avrebbero raccontato con la voce di Kafka, che s’inventa postino delle bambole, le sue avventure in giro per il mondo.
Di Elsi nessuna traccia, degli scritti nemmeno. Ma Jordi Sierra i Fabra, scrittore catalano, prova a ricostruire cosa potrebbe essere accaduto, a riempire i buchi di quella strana e misteriosa vicenda, regalando ai lettori un racconto prezioso e intenso.

È una storia adulta che parla di nostalgia, inquietudini, vita che corre via, è una storia dell’infanzia che dice di stupori, occhi aperti sul mondo, vita che arriva tumultuosa e piena. È il racconto della perdita e dell’abbandono, di come si impara a stare dentro al cambiamento, e di quanto si possa raccogliere dagli incontri, anche i più inattesi.

Dentro una scena essenziale e con l’aiuto di videoproiezioni, che animano e descrivono i luoghi, le immaginazioni e il viaggio fantastico della bambola, si sviluppa un dialogo profondo tra i due protagonisti. Un incontro tra umanità, tra condizioni diverse, diversi tempi della vita, ma dentro un’esperienza che appartiene a tutti: crescere, cambiare, lasciar andare.

SPAZIO

-spazio completamente oscurabile

-quadratura all’italiana nera

-graticcia

-spazio scenico minimo 8X8 h 5

-la regia audio e luci fondo sala

-stangone utile per fondale a 3 metri dal proscenio 8x8x5

AUDIO

-audio commisurato alla sala, più 2 casse spia

-lettore cd con auto pausa

-mixer audio minimo 8 canali

LUCI

-consolle 24 canali, 24 canali dimmer

-10 pc 1000 watt, con bandiere

-6 par 1000 watt

-6 sagomatori 750w 36°

-6 stativi per sagomatori

-videoproiettore ottica 0,4 - 2000 ansi lumen e cavo di collegamento con regia

(il video proiettore deve essere montato su americana di sala a massimo 2 metri dal proscenio)

NOTE

-un tecnico a carico del teatro per il montaggio; il montaggio avrà una durata di 6 ore, lo smontaggio di 3 ore.
CONTATTI

Referente tecnico
Fabrizio Pallara 0039-328/5628546

Nov
17
dom
FIABE DA TAVOLO – Castelforte @ Castelforte
Nov 17@16:30–17:30
FIABE DA TAVOLO - Castelforte @ Castelforte

dai 4 anni e adulti

di e con Fabrizio Pallara
produzione teatrodelleapparizioni
con il sostegno di Corsia OF

"Io credo questo: le fiabe sono vere. […] sono il catalogo dei destini che possono darsi a un uomo e a una donna" I. Calvino

Dentro ai libri, sulle bocche di chi le racconta, lette, immaginate, sognate, le fiabe nascono e poi si mettono in viaggio correndo nelle parole, e durante il viaggio cambiano, crescono, si trasformano.
Mappe di vita che accompagnano i bambini e i grandi; riti di passaggio che indirizzano e segnano strade possibili, piccoli sentieri, grandi avventure.
Sei fiabe viaggiano in sei valigie e due alla volta, in ogni incontro, verranno evocate con oggetti, suoni, racconti e immaginazioni.
Solo un tavolo che è una casa, un bosco, un lago, una montagna, la piccola scena di ogni narrazione; e come in un gioco, nei giorni di pioggia e di freddo, tutti intorno per stare ad ascoltare con lo stupore dell’infanzia, cominciando insieme a diventare adulti.

 

Fiabe da tavolo è innanzitutto un progetto di ricerca. Teatro di narrazione e teatro di figura insieme, avendo come limite e opportunità l’utilizzo di un piccolo tavolo e tutti gli oggetti che lì possono prendere vita. Un dispositivo che si rinnova e ritrova se stesso ad ogni nuova fiaba. Un lavoro di micro teatro, vicino, che respira con gli spettatori, pochi tutti intorno. Ancora dentro la ricerca la necessità di introdurre il video, come amplificatore ma anche come corto circuito. Un altro occhio, un altro sguardo, innescano una nuova drammaturgia e propongono una differente regia. Per raccontare due storie, con due linguaggi, costruendo una prospettiva di narrazione inaspettata e una nuova visione, per un dialogo rinnovato tra palco e platea.

versione da platea

FIABE DA TAVOLO (ZOOM)

dai 4 anni e adulti

di e con Fabrizio Pallara
regia video in diretta Stefano Cormino
sguardo esterno Sara Ferrari
produzione teatrodelleapparizioni
con il sostegno di Corsia OF

FIABE DA TAVOLO

Per un numero limitato di spettatori

spazio scenico 2x2
una presa elettrica 220 watt

 

FIABE DA TAVOLO

(Z O O M)

a carico del teatro

Fari e impianto audio

4 PC

Consolle luci

Mixer audio

Impianto audio e cassa spia

a carico della compagnia

Telo da retroproiezione

Videoproiettore

Telecamera

Cavi

Montaggio 4 ore
Smontaggio 2 ore

Referente tecnico
Fabrizio Pallara + 39 328 5628546

Nov
18
lun
FIABE DA TAVOLO – Bassiano @ Bassiano
Nov 18@11:00–12:00
FIABE DA TAVOLO - Bassiano @ Bassiano

dai 4 anni e adulti

di e con Fabrizio Pallara
produzione teatrodelleapparizioni
con il sostegno di Corsia OF

"Io credo questo: le fiabe sono vere. […] sono il catalogo dei destini che possono darsi a un uomo e a una donna" I. Calvino

Dentro ai libri, sulle bocche di chi le racconta, lette, immaginate, sognate, le fiabe nascono e poi si mettono in viaggio correndo nelle parole, e durante il viaggio cambiano, crescono, si trasformano.
Mappe di vita che accompagnano i bambini e i grandi; riti di passaggio che indirizzano e segnano strade possibili, piccoli sentieri, grandi avventure.
Sei fiabe viaggiano in sei valigie e due alla volta, in ogni incontro, verranno evocate con oggetti, suoni, racconti e immaginazioni.
Solo un tavolo che è una casa, un bosco, un lago, una montagna, la piccola scena di ogni narrazione; e come in un gioco, nei giorni di pioggia e di freddo, tutti intorno per stare ad ascoltare con lo stupore dell’infanzia, cominciando insieme a diventare adulti.

 

Fiabe da tavolo è innanzitutto un progetto di ricerca. Teatro di narrazione e teatro di figura insieme, avendo come limite e opportunità l’utilizzo di un piccolo tavolo e tutti gli oggetti che lì possono prendere vita. Un dispositivo che si rinnova e ritrova se stesso ad ogni nuova fiaba. Un lavoro di micro teatro, vicino, che respira con gli spettatori, pochi tutti intorno. Ancora dentro la ricerca la necessità di introdurre il video, come amplificatore ma anche come corto circuito. Un altro occhio, un altro sguardo, innescano una nuova drammaturgia e propongono una differente regia. Per raccontare due storie, con due linguaggi, costruendo una prospettiva di narrazione inaspettata e una nuova visione, per un dialogo rinnovato tra palco e platea.

versione da platea

FIABE DA TAVOLO (ZOOM)

dai 4 anni e adulti

di e con Fabrizio Pallara
regia video in diretta Stefano Cormino
sguardo esterno Sara Ferrari
produzione teatrodelleapparizioni
con il sostegno di Corsia OF

FIABE DA TAVOLO

Per un numero limitato di spettatori

spazio scenico 2x2
una presa elettrica 220 watt

 

FIABE DA TAVOLO

(Z O O M)

a carico del teatro

Fari e impianto audio

4 PC

Consolle luci

Mixer audio

Impianto audio e cassa spia

a carico della compagnia

Telo da retroproiezione

Videoproiettore

Telecamera

Cavi

Montaggio 4 ore
Smontaggio 2 ore

Referente tecnico
Fabrizio Pallara + 39 328 5628546

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.
Informazioni
OK