VOCE PAROLE

rassegna di teatro di narrazione
a cura di Fabrizio Pallara
Teatro di Roma – Teatro Nazionale

Voce parole immagina luoghi possibili e impossibili, crea mondi e visioni che sono spunti e punti di partenza per esplorarne altri. Partendo da una storia, si guarda la vita, da dentro e da fuori. Alla sua seconda edizione la rassegna di teatro di narrazione si sposta on line, acquisendo una forma nuova, in cui ogni spettacolo viene tradotto in versione audio, per dare spazio all’ascolto.

 I podcast verranno trasmessi sulla piattaforma Spreaker – Teatro di Roma ????

26 dicembre ore 17.00
LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO

dai 4 anni
regia e testi Fabrizio Pallara
narrazione e canti Nicoletta Oscuro
complementi sonori a cura di Vito Vella
registrazioni audio effettuate presso Delta Studios Udine
una produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

Dentro alle maglie della nota fiaba si dipana una storia parallela, un’altra versione.
È lo sguardo della settima fata che con il suo maleficio racconta un punto di vista diverso.
La settima fata, narratrice e testimone della vicenda, come una sarta laboriosa, allaccia i fili dei ricordi e cuce una mappa di sentimenti belli e brutti, paurosi e necessari, capaci, insieme, di rivelare tutta la complessità che ognuno deve affrontare per vivere.
Cadere, rialzarsi e continuare a correre.
Una ferita si aprirà, una crosta la ricoprirà, una cicatrice sarà la sua memoria sulla pelle.
Senza cattivi, senza inciampi e sbagli, non ci sarebbe questa storia, e non ci sarebbe la vita con le sue meraviglie.

27 dicembre ore 17.00
STORIA D’AMORE E ALBERI – anteprima audio

dai 6 anni
di Francesco Niccolini
con Simona Gambaro
regia Francesco Niccolini e Luigi D’Elia
scene Luigi D’Elia e Simona Gambaro
musiche di Bevano Est e Antonio Catalano
cura del suono Antonio Tancredi
registrato da Tristan Martinelli a Greenfog Studio
una produzione INTI
con il sostegno di
Catalyst-Teatro Corsini Barberino di Mugello e Giallo Mare Minimal Teatro Empoli
nell’ambito del progetto “Residenze” Art. 43 Mibact-Regione Toscana

Liberamente ispirata al romanzo di Jean Giono, L’uomo che piantava gli alberiStoria d’amore e alberi racconta di un piccolo uomo che racconta di nuvole perdute, cieli e montagne, circhi, canarini, leoni e clown, ma soprattutto di un uomo e della sua poetica resistenza e della sua ostinata generosità: racconta di un uomo che piantava gli alberi. E dopo di lui, di una donna che indossava delle scarpe rosse molto belle ma troppo troppo troppo strette.

30 dicembre ore 17.00
IL MINOTAURO

dai 10 anni
voce di Roberto Anglisani
testo di Gaetano Colella
regia Maria Maglietta
musiche Mirto Baliani
Registrazioni audio effettuate presso Delta Studios Udine
Produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

Un Icaro ancora ragazzo lancia per sbaglio il pallone nel labirinto del Minotauro. Quando si inoltra nei meandri del labirinto per recuperarlo vede per la prima volta il “mostro” che spaventa così tanto tutti. A differenza di altri non fugge, e giorno dopo giorno impara a conoscere quell’essere rinchiuso, ascolta i suoi racconti e ne diventa amico fino a tentare di difenderlo da Teseo venuto per ucciderlo.

2 gennaio ore 17.00
HOMESWEETHOME
Capitolo I: Casa Dolce Casa

dai 3 ai 6 anni
di e con Roberto Capaldo
con la collaborazione artistica di Emma Mainetti
luci di Iro Suraci
musiche originali di Roberto Vetrano
Versione audio: registrazione e mix a cura di Francesco Fonassi
produzione Residenza IDRA / Roberto Capaldo

Scoiattolo si risveglia dopo il lungo letargo invernale. Tutto intorno a lui, nella sua tana, è buio e silenzioso. La casa che lo ha ospitato per tutto l’inverno improvvisamente non gli appartiene più. Così decide di mettersi in cammino per andare a cercare “la casa giusta”. Un racconto semplice e poetico, che accompagna Scoiattolo alla scoperta della propria casa, in un’atmosfera magica.

3 gennaio ore 17.00
HOMESWEETHOME

Capitolo II: L’intruso

dai 3 ai 6 anni
di e con Roberto Capaldo
con la collaborazione artistica di Emma Mainetti
luci di Iro Suraci
musiche originali di Roberto Vetrano
Versione audio: registrazione e mix a cura di Francesco Fonassi
produzione Residenza IDRA / Roberto Capaldo

Una mattina di fine estate Scoiattolo si sveglia felice nella sua grande casa-albero in mezzo al bosco. Uscendo a cercare lamponi, s’imbatte, o meglio crede di imbattersi in uno strano animale, a cui decide di dare la caccia. Scoiattolo si mette allora sulle sue tracce e, incontrando alcuni “animali straordinari”, si rende conto che per tutto il tempo stava inseguendo se stesso, le proprie impronte e le proprie paure.

6 gennaio ore 17.00
IL FIORE AZZURRO

dai 7 anni
di e con Daria Paoletta
costruzione del pupazzo Raffaele Scarimboli
consulenza artistica Nicola Masciullo

Spettacolo vincitore Inbox verde 2017
Spettacolo vincitore menzione speciale Festebà 2017

Attraversando le stagioni, incontrando aiutanti magici e seguendo l’alternarsi del giorno e della notte, Tzigo si ritrova dal bosco a casa della strega, dalla tomba di sua mamma alla caverna dei nanetti. In questo viaggio iniziatico, la narratrice è sia un’amica che colei che disegna gli spazi che fanno da sfondo all’andare di Tzigo. Continuando a porsi domande, il giovane zigano seguirà a vagare fino a che si sarà trovato.

illustrazione di Riccardo Gola